fbpx

Ogni mattina quando si entra in cucina inizia una nuova sfida!

Che si tratti di un bar, un ristorante o la cucina di un hotel, è sempre necessario poter operare in un ambiente che rispetta ogni norma d’igiene alimentare.

Il momento iniziale del lavoro di solito è la fase più critica! Non si è ancora concentrati, il livello di attenzione non ha ancora raggiunto i massimi livelli… quindi è sempre opportuno preparare una lista di azioni fondamentali da svolgere prima di approcciarsi alla lavorazione degli alimenti che serviremo ai nostri clienti.

Dunque, vediamo assieme i passaggi fondamentali per preparare la cucina per una giornata di lavoro!

Le 6 regole base per l’igiene alimentare in cucina

  • Ogni giorno è opportuno verificare lo stato generale del locale. Se si notano deterioramenti che riguardano piastrelle, pavimento, muri etc. è necessario prendersi un appunto e agire celermente: un muro scrostato, ad esempio, non è tollerabile in una cucina professionale.
  • Il secondo passaggio è la verifica della pulizia delle superfici. È necessario verificare se sanificazione e pulizia svolte alla fine del turno precedente sono state effettuate in maniera corretta e, in caso contrario, procedere ad un’ulteriore pulizia. Importante: la verifica va effettuata sia sulle superfici che andranno a contatto con gli alimenti sia su quelle che non andranno a contatto con gli alimenti.
  • Assicurarsi che il locale non sia infestato da alcuna presenza animale (insetti, roditori, volatili, etc.), prestando particolare cura a eventuali passaggi e aperture verso l’esterno (fori, buchi, eventuali malfunzionamenti di porte e finestre, …) che possano agevolare la contaminazione.
  • Controllo del personale: il personale deve cambiarsi in uno spogliatoio specifico, gli abiti personali non devono entrare in contatto con gli abiti da lavoro e devono essere conservati in armadietti separati. Gli abiti di lavoro devono essere opportunamente puliti, igienizzati e nessun membro del personale deve presentare sintomi di problemi fisici inadatti al lavoro a contatto con alimenti (allergie, raffreddore, problemi gastrointestinali, infezioni, ferite sulle mani, etc.). Il personale deve essere inoltre dotato di eventuali dispositivi di protezione individuale quando necessario (esempio: guanti anti-taglio quando si utilizzano coltelli o affettatrici).
  • Verifica delle attrezzature e degli utensili: all’inizio di ogni turno è opportuno controllare il corretto funzionamento dei macchinari presenti in cucina, come forni, frigo, abbattitori, robot, friggitrici, cappa aspiratrice, etc. Lo stesso procedimento va eseguito per coltelli, forchette, cucchiai, mestoli, etc.
  • Verifica dei materiali e delle attrezzature per la pulizia: prima che inizi il turno è necessario verificare che in cucina siano presenti tutti i dispositivi per la pulizia e la sanificazione come detergenti, spugne, detersivi, disinfettanti, carta assorbente, etc. È, inoltre, necessario assicurarsi del corretto funzionamento di scarichi e lavandini e il giusto posizionamento dei porta rifiuti, debitamente svuotati e sanificati a ogni fine turno.

    Bene! Abbiamo visto gli step necessari per preparare al meglio il posto sacro di ogni ristoratore. Non dimenticare che il tuo locale necessita anche di procedure e quindi sei sempre a rischio sanzioni.

    Noi di Facile 626 ti aiutiamo proprio ad evitarle con una